E' nato a Napoli e qui compie gli studi tecnici  e comincia ad esprimere la propria vocazione artistica negli anni ottanta, coltivando l’interesse per la fotografia ed il teatro.

Alla fine degli anni novanta si concede totalmente alla pittura. “ l’imput nella pittura mi fu dato da una mostra di Frida Khalo – quadri pieni di dolore e sofferenza ma pieni di amore per la vita … mi viene ancora oggi la pelle d’oca quando li guardo “.

La pace, la speranza in un futuro migliore, la tolleranza e la comprensione fra i popoli sono i topoi verso i quali Guido Della Giovanna rivolge le proprie attenzioni.

Pur nella loro diversità, Khalo - Paladino - Warhol , sono stati i suoi primi ispiratori. In seguito, la conoscenza artistica di Ryuichi Sakamoto gli rivelerà un mondo espressivo ed un modo di fare arte che non abbandonerà più.

La curiosità, la fantasia, la sensibilità e la voglia di comunicare emozioni, lo conducono a tecniche miste più vicine al suo sentire.

Così la superficie pittorica diventa una tavola, su cui il fondo materico fa da medium ad una persona innamorata della vita, delle sue possibilità e delle sue utopie.

 

Nel 2000 la prima mostra DAL FONDO DEL MARE  (gli elementi del mare che tendono alla superficie verso la scoperta di una nuova possibilità), cui seguiranno MY FAVOURITE THINGS-LE MIE PREFERITE (nel ricordo di versi e note musicali) FOGLIE (ogni foglia un essere umano alla ricerca di rami e radici); NINGEN JINRUI-SPECIE UMANA (il bambino e la zanna di elefante come metafora di un  miglior futuro possibile).

Di recente l’estro e la sensibilità dell’artista hanno partorito la sua esperienza forse più matura e completa: NOI SIAMO SOLI, un percorso su legno e tela, confortato dall’antica arte ceramica giapponese del raku, tra solitudine e solarità, continuamente “in costruzione”, non finito e non de-finito, come continuamente è da costruire, giorno per giorno, il viaggio umano verso un universo di SOLI non fittizzi, ma reali e concreti.

Nel 2005 e 2006 presenta 00/06, il punto di arrivo di un viaggio virtuale effettuato con tele, legni, pennelli e colori nelle emozioni, culture, sogni e speranze ma è soprattutto il punto di partenza verso un futuro  sconosciuto tutto da costruire facendo del passato il trampolino da dove iniziare una riappropriazione delle prerogative positive del genere umano.

 

Ama collaborare con altri artisti e nel 2007 presenta a Napoli nel Castel dell’Ovo “ 3 stanze + 1” composta da 3 serie di lavori “Missing Picture” serie di foto e dipinti realizzati con la fotografa giapponese Yoshiko Ikeda , “Mandalaremix” con la collaborazione della ceramista Rosalba Sardi e “Emotionalvoyager” quadri sulle emozioni della vita quotidiana in totale 48 lavori. Traendo ispirazione dal mare realizza nel 2008 Il silenzio sul mare presentata con il patrocinio del Comune di Napoli 5’ Mun in vari luoghi. Dal 2009 Guido Della Giovanna inizia a sperimentare un nuovo modo di comunicare e con “Stones” esperimenta la pittura sulle e con le pietre che lo porterà nel 2010 a presentare “ Tutto è compreso nel prezzo…” non solo dipinti ma anche installazioni, l’inaugurazione a Napoli nella Sala delle Prigioni Castel dell’Ovo a Napoli, luogo scelto dall’artista per la sua particolarietà tufacea.

Salvation Concept

 

 

Contatti :

Mail guidodellagiovanna@yahoo.it

Cell. 3288238033

Showroom presso " I Cocci "  NAPOLI Via Girolamo Santacroce 25 P.co Pastore  Telefono: 3494080736 ( garage convenzionato  - preferibilmente su appuntamento )

 

 

Links


www.sakamoto.com

 



entreambasaguas



http://www.avaaz.org/it/

 


Segnalato da..


www.arteraku.it


www.grappolo.com

 


www.inafrica.it


www.tribenet.it


            Home ] Successiva ]