"Ogni fase della vita ha i suoi colori, le sue sonorità. FOGLIE rappresenta il flusso energetico della vita...."

 

 

CLICCA sulle opere per ingrandirle


Sonatine

"Osservandole, ci accorgiamo di quanto ogni singola foglia sia unica, essenziale per la composizione, di come ciascuna di esse sia altrettanto essenziale per l’insieme.

 

 

Energy Flow E’ la rappresentazione di quella complessa eppure fondamentale unità fra individuo e collettivo, che costituisce una più alta armonia. La diversità è la vita che si rigenera continuamente, la porta da lasciare aperta alle possibilità. E’ un invito a non sprecare la vita, un incitamento a viverla con passione, un inno ad una speranza cercata, voluta, lottata". (Guido Della Giovanna)

 

"Quando Guido della Giovanna parla della sua maniera di lavorare si definisce un pigro: “Sono troppo pigro per andare in giro a fotografare, troppo pigro per recitare.Posso dipingere quando sono comodo con un po' di buona musica a darmi l'ispirazione”.Sembra davvero inconsapevole d'aver intrapreso la strada più difficile per esprimersi, che è quella dell'addentrarsi nella propria interiorità,incurante del fatto che questa specie di “pittura automatica” lo costringa, lui pigro, a passare notti intere a dipingere.Qualche ragione tuttavia c'è.Non ci sono infatti pesanti contenuti che emergono da Green quest'inconscio ma un senso di levità, di solare liberazione e che contrasta con una razionalità piena di “valori” che si esprime nelle didascalie troppo complesse.Queste frasi sono una negazione del gesto liberatorio compiuto nell'atto di dipingere.Come può sembrare ovvio spesso le sue opere sono fatte a strati sovrapposti che rappresentano questa discesa nell'interiorità e qui si percepisce come le foglie rappresentino la superficie, il passato, ciò che è caduco e transitorio, mentre l'inconscio è invece rappresentato da un fondo marino ricco di pesci, ma può essere anche solo un insieme di translucidi colori."(Vincenzo Montella)

"Nella sua pittura ricorrono le foglie, emblema della caducità delle cose terrene, contrapposta a quel fondo di valori stabili che sono radicati nell'anima" (Marco Di Mauro)



            Precedente ] Home ] Successiva ]